Utilizziamo i cookies per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
31 luglio 2018

Un tocco di dolcezza sul lago di Como

A colloquio con la pastry chef Elnava De Rosa

A tu per tu con la Pastry-Chef di CastaDiva Resort & Spa, Elnava De Rosa che ci racconta la sua arte a cuore aperto. Il suo modo di vedere il mondo dolce in modo più ampio, ricercato e mai banale la consacrano tra i migliori pasticceri d’Italia. Maestra dell’arte pasticcera, che con le sue creazioni accompagna il lavoro dello Chef Massimiliano Mandozzi, il lavoro di Elnava si contraddistingue per la capacità di abbinare al dolce note acidule, creare disegni perfetti, proporre abbinamenti cromatici raffinati e non essere mai banale. 
Uno dei suoi segreti è stupire senza mai aggredire, proponendo un dolce che difficilmente il cliente troverà altrove, senza stravolgere i suoi gusti.
Se la cucina è scienza e la pasticceria è fantascienza, Elnava ci regala sicuramente momenti di dolce tranquillità. 

• Come hai deciso di diventare Chef? Ho deciso di diventare Chef dopo aver intrapreso gli studi classici ma casualmente frequentando corsi di pasticceria ho sentito che fare dolci mi catapultava in un mondo tutto mio dove potevo esprimere il mio modo di essere e la mia personalità.
 
• Come descriveresti il tuo stile e il tuo modo di cucinare? Molto naturale e sano senza usare conservanti o prodotti chimici ma solo prendendo un ingrediente e da li cercare di esaltarlo al massimo con consistenze, acidità ma sempre mantenendo intatto la sua parte organolettica.
 
• Cosa fai per essere sempre aggiornato sulle tendenze culinarie? Ho la fortuna e la voglia di partecipare a eventi e congressi e osservo con molta attenzione i cambiamenti dei gusti e delle nuove tendenze traendo sempre spunto dalle nostre tradizioni. 
 
Ingrediente preferito per cucinare? La frutta
 
• Piatto preferito da mangiare? Anche se mi occupo principalmente di dolci, lo spaghetto alla Amatriciana con battuto di gamberi, cipolla rossa e basilici ghiacciato è il mio piatto preferito, tanto gustoso quanto tradizionale e raffinato. 
 
• Quali sono gli Chef che ammiri di più e perché? Ammiro moltissimo Pierre Herme perché lo ritengo un architetto della pasticceria, Nino Di Costanzo perché pur essendo molto moderno riesce a fare una cucina di sapore e sostanza.
 
• Consigli a chi vuole diventare Chef? Non lasciatevi mai influenzare dalla tv ma guardate il nostro lavoro nella sua essenza. 
 
In allegato una ricetta gustosissima che potete replicare a casa vostra!