Utilizziamo i cookies per offrirvi la miglior esperienza sul nostro sito. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies.
16 settembre 2016

Gli occhi delle fanciulle in fiore della pittrice Daniela Porro

CastaDiva Resort & Spa ospita la mostra personale di una pittrice dal tocco originale che filtra nelle sue opere la lezione degli artisti del passato per raccontare la bellezza, l’umanità e la forza delle donne di oggi.

Camminando tra le sue tele dipinte con giovani fanciulle ed eleganti signore, i nostri occhi si appoggiano su un caleidoscopio di colori delicati e luminosi che recano una immagine simile alla primavera della vita. Gli occhi delle modelle sono grandi, molto spesso di colore chiaro e sembrano guardarci mentre ci muoviamo.

Apparentemente uguali, i loro sguardi sono diversi, caratteristici di ognuna di esse, del loro sentire fatto di attesa e di domande appena accennate.

Sono donne che riflettono mentre un velo di malinconia scorre su qualche volto più pensoso.
Qualcuna osserva il mondo con attenzione, un’altra attende ferma e silenziosa sulla zattera di un fiume e c’è chi interroga l’interlocutore e si affida ai suoi occhi per capire il mistero del tempo che trasforma quotidianamente la vita che ci circonda.

Nelle donne di Daniela ritroviamo la luce dei nostri Macchiaioli a Parigi che hanno respirato il clima e i colori di quella città: i famosi Monet, Degas, Renoir e... Berthe Morisot. Confrontando le tele della Morisot e di Mary Cassatt, due delle più famose Impressioniste, possiamo osservare come i soggetti siano ora mutati non solo perché compaiono con più frequenza giovani fanciulle, ma perché le vediamo assorte, immerse nei loro pensieri.

Sono volti di singole ragazze o donne più mature, non necessariamente impegnate in qualche attività o assieme a dei bambini, ma colte nei momenti che precedono o seguono un’azione: in meditazione.

Il colore lascia invece posto al disegno preciso nelle bellissime incisioni dell’artista, la cui linea rivela la sua forza e vitalità.

Ha scritto di lei, con parole che hanno saputo cogliere anche la sua anima, il famoso critico teatrale Ugo Ronfani: “Daniela Porro finisce per dare vita, nell’insieme, ad un teatro della condizione femminile che è anche una rappresentazione del suo modo di partecipare, come donna, alle realtà e ai sogni della vita.

Quei volti assorti, quelle labbra schiuse a pronunciare parole inudibili, quei capelli e quei corpi sfiorati dal senso panico della natura, e quelle solitudini nei palazzi delle feste o nelle ombre dei boschi, quegli abbandoni alla danza o al sonno.”

Resta ancora da dire, per concludere, che Daniela Porro può raggiungere questi esiti espressivi perché si è dotata, con lo studio, di una tecnica sicura, approfondita con applicazione paziente, soprattutto nel campo difficile dell’incisione a punta secca, e che dall’affinamento tecnico ricava morbidezza intensa del segno, l’avvolgente gioco dei chiaroscuri, l’aura sospesa di un suo realismo magico.

La figura femminile, la musica e l’arte costituiscono l’essenza di CastaDiva Resort & Spa: il luogo ideale per ospitare le opere dell’artista Daniela Porro, pittrice cha sa cogliere l’anima, il volto e il cuore delle donne che ritrae nelle sue opere. I quadri saranno esposti fino al 6 Novembre, 2016.
 
Info & prenotazioni: booking@castadivaresort.com | 031.3251 30 35
www.castadivaresort.com